Serie D, Pietro Quattromani (C.S. Secondigliano): “ I miei 37 punti? Meglio i due guadagnati in classifica!”

Una prova mostruosa quella di Pietro Quattromani, centro in forza al C.S. Secondigliano, che nell’ultima giornata di campionato contro il Basket Succivo ha realizzato 37 punti. Raggiunto telefonicamente dalla redazione di yerukala, il giocatore napoletano si è detto soddisfatto del cammino dei suoi e del grande gruppo che c’e all’interno della squadra.

– Ciao Pietro e grazie per questa intervista. Top scorer di giornata in tutta la serie D e grande vittoria in rimonta su Succivo. Ci racconti un po’ della partita e della tua grande prestazione?

“La partita è iniziata male, noi molto freddi loro organizzati molto bene: andiamo subito sotto per finire il primo tempo sul meno 21. Entriamo negli spogliatoi dove il coach ci fa una bella strigliata ed entriamo in campo con un altra mentalità per poi ribaltare completamente il risultato in una delle partite più belle che abbia mai vinto. Per quanto riguarda la mia prestazione è tutto merito della squadra che ripone fiducia in me.
La cosa più importante erano i 2 punti in classifica non i miei 37 punti.”

 

– Siete in piena zona playoff nonostante un piccolo periodo in cui le cose non sono andate per il verso giusto. Quale è la vera forza del Secondigliano in questa stagione?

“La vera forza del Secondigliano è il gruppo che man mano sta diventando sempre più coeso. Ci sentiamo tutti parte di un progetto. Un altro punto a favore è il nostro staff tecnico partendo da coach Ciccone che è un allenatore molto esperto ed un lusso per la categoria, passando per l’assistant coach Christian Salzano che è un ragazzo sempre presente che ci mette passione ed è molto preparato, arrivando al nostro preparatore fisico Gaetano Incarnato che è un grande valore aggiunto , che riesce a far correre tutti, addirittura me!”

– La tua squadra è formata da un roster che ha il giusto mix di giovani e giocatori esperti. Si è creata la giusta alchimia all’interno dello spogliatoio?

”Nello spogliatoio non guardiamo l’età, siamo tutti uguali dal più piccolo al più grande, tutti rispettano tutti. C’è un alchimia assurda, siamo diventati una famiglia e ci alleniamo sempre con il sorriso. Questa è la cosa più bella di questa squadra .
Nonostante siamo una squadra assemblata quest’anno, siamo già molto uniti, questa è la nostra vera forza!”

Nel prossimo match sarete di scena al palasilvestri contro Hippo Basket in un match che può nascondere delle insidie. Quali saranno secondo te le difficoltà alle quali dovrete approcciarvi contro i salernitani?

”Salerno è  un’ ottima squadra che noi rispettiamo molto. Anche il loro roster ha un mix di giovani e giocatori esperti. Le insidie sono tante, partendo dal campo lungo e largo diverso dal nostro. Loro non meritano l’attuale posizione in classifica e credo che risaliranno. Sarà una sfida molto difficile, speriamo di finire noi avanti alla sirena finale. “

Commenta
(Visited 848 times, 1 visits today)

About The Author

Matteo Del Basso Matteo Del Basso, Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Salerno ed iscritto alla magistrale in Corporate and Communication dello stesso Ateneo, appassionato di sport ma soprattutto di pallacanestro. Collaboratore negli scorsi anni per e attualmente per SalernoGranata.it.