Su Stentu Sestu, parla coach Sassaro: "Costa Volpino avversario di categoria"

Dopo la sosta forzata a causa del rinvio della partita interna contro l’Aurora Desio (il recupero è fissato per mercoledì 9 novembre alle 20.45), riprende il cammino del Su Stentu Sestu, che domenica pomeriggio sarà di scena sul parquet di Costa Volpino.

L’ultima settimana è stata utile per fare quadrato dopo le due sconfitte contro Padova e Faenza, e per rinforzare il roster, che d’ora in poi potrà contare sulla fisicità di Davide Varrone, pivot approdato nei giorni scorsi a Sestu. «Desidero ringraziare la società – dice coach Marco Sassaro -, che ha compiuto un notevole sforzo economico. L’innesto di Varrone ci permette di sistemare un po’ le cose dal punto di vista tattico, riportando alcuni elementi nei loro ruoli ideali. Sono certo che tutta la squadra ne gioverà».

L’impatto con la Serie B non è stato semplice, ma i risultati del terzo turno hanno comunque portato un pizzico di conforto: «Broetto e Raggisolaris, le due squadre che ci hanno battuto fino a ora, sono state capaci, a loro volta, di avere la meglio su compagini corazzate come Cento e Orzinuovi. Questo – spiega –  deve farci capire che non abbiamo certo perso contro le ultime della classe».

Costa Volpino si presenterà alla sfida con due punti già in cascina, merito del successo ottenuto alla seconda giornata contro San Vendemiano. La scorsa settimana, invece, gli uomini di coach Giubertoni hanno rimediato un -17 sul campo della Bmr Scandiano. Il faro della squadra è la guardia Simone Centanni, lo scorso anno protagonista a Barcellona, in A2, con oltre 9 punti di media. Ma attenzione anche all’ex Dinamo Sassari Andrea Pilotti e al playmaker Francesco Belloni: «Costa Volpino è una squadra molto ben attrezzata – prosegue Sassaro -, che conosce questa categoria sicuramente meglio di noi. Oltre agli elementi più esperti, tra i quali non va dimenticato l’argentino Bergamin, vantano un gruppo di giovani che lo scorso anno è stato capace di approdare alle finali nazionali Under 20. Un risultato, questo, che certifica la loro competitività».

L’avversario è probante, ma il tecnico dei Pirates si attende comunque dei segnali di crescita: «Prima ancora della vittoria, dobbiamo ritrovare il nostro spirito. Voglio vedere finalmente una squadra aggressiva. Questo è il nostro principale obiettivo».

Il Su Stentu dovrebbe recuperare Graviano, che negli ultimi giorni è stato condizionato da un risentimento al quadricipite femorale. Più difficile, invece, il rientro di Vaccargiu.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author