Valentino Basket Castellaneta, sfida da brividi con il Nardò

Gara da brividi. È definibile così quella che si giocherà domani, dove la Valentino Basket attende l’arrivo del Nardò.

Un match con coefficiente elevato di difficoltà, anche perché il team di Compagnone è chiamato a riscattarsi dopo la sconfitta della passata domenica a Ceglie, nonostante la buona prova offerta. In ballo ci sono soprattutto punti importanti per la rincorsa a posizioni di classifica più rassicuranti.

Ma per farlo stavolta sarà tenuta a giocare una partita quasi perfetta con un avversario che fa paura. Dopo un avvio al di sotto delle le aspettative, la formazione leccese si presenta a Castellaneta forte del quinto posto a quota 10 punti e con l’etichetta di favorita al salto di categoria. E lo farà puntando su uomini come il play ex Bisceglie Stella (14.4 di media), la guardia Provenzano (13.2 a partita), il lungo Polonara (da Pescara, 11.8), l’esterno americano Johnson (13.2) e ovviamente il totem Bjelic, che nelle quattro gare sinora disputate per problemi fisici viaggia a 13.2 di media. Cinque uomini con una media di punti realizzati che va in doppia cifra, a cui bisogna aggiungere altri nomi di spicco come l’ala grande Chirico (7.3), la guardia Durini e l’ala Martino (’93, ex Scauri)

Le premesse per una grande gara ci sono tutte. Si scenderà in campo dopo le ultime sedute che hanno visto al lavoro il gruppo al completo, mentre per capitan Davide Resta si avvicina lentamente il pieno recupero.

La Valentino non può permettersi due sconfitte consecutive, anche alla luce dei prossimi complicati match (Ruvo e Ostuni). Gli ultimi due precedenti nella Città del Mito sono favorevoli ai granata, ma la VBC proverà ad invertite le parti. Per farlo e risalire la classifica però il quintetto di Compagnone deve giocare una gara senza errori.

Appuntamento al PalaTifo domenica 6 alle ore 18.15, arbitrano De Tullio di Bari e Menelao di Mola di Bari (BA).

Commenta
(Visited 52 times, 1 visits today)

About The Author

yeti coolers on sale amazon

here