Verona la spunta in amichevole contro la Novipiù

Ancora una bella Junior, ma gli USA della Tezenis (32 punti) firmano il 65-72 finale. Blizzard (18) e Severini (15) sugli scudi, da lunedì rientrano Tomassini e Sanders.

Non è un grande avvio quello della Novipiù contro la Tezenis Verona in occasione della finale valida per il terzo posto al “V Memorial Gianni Brusinelli”. A partire dal secondo quarto i rossoblu si fanno più aggressivi sia in fase difensiva che offensiva, riuscendo a chiudere il terzo quarto in svantaggio di sole quattro lunghezze. Durante l’ultimo quarto la Novipiù torna a far fatica in attacco e la Tezenis ottiene così la vittoria 65-72.

Sono le triple di Greene e Jones ad aprire la partita: per i rossoblu è Denegri il primo ad andare a referto, portando così il punteggio sul 2-6. E’ un avvio in sordina per la Novipiù, che fatica a contenere i gialloblu e a trovare la via del canestro; ancora Jones dalla media distanza, ma questa volta è immediata la risposta di Martinoni (4-14). Ci prova anche Bellan a scuotere i suoi, ma la tripla di Visconti è siderale e i rossoblu continuano a litigare con il ferro; Cattapan si fa sentire sotto canestro e il canestro di Severini è quello del 9-17. Le triple di Udom e Blizzard muovono le rispettive retine, con la Junior che cerca di ridurre il gap di svantaggio: è il canestro di Oboe a chiudere il quarto 14-23.

Il secondo periodo inizia con i canestri di Ikangi e Valentini: il ritmo della partita si è alzato notevolmente rispetto al primo quarto e la Novipiù prova a spingere ulteriormente sull’acceleratore con Bellan e Valentini (22-25). Verona però non ci sta e realizza con Palermo dall’arco, i rossoblu continuano però ad essere aggressivi soprattutto in fase difensiva e la formazione veneta va a segno solo con i liberi di Maganza. I rossoblu continuano a non avere il ferro dalla loro parte, mentre Verona muove la propria retina a ripetizione: Martinoni realizza solo uno dei liberi a disposizione e le triple di Blizzard e Bellan fissano il punteggio sul 31-40.

Le triple di Jones e Bellan aprono il terzo quarto e con Martinoni la Junior prova a rimanere in scia a Verona (36-43) che però allunga ulteriormente con la tripla di Oboe. Severini ci prova dalla media distanza e sono poi le due triple consecutive di Blizzard a regalare il -3 (45-48) ai rossoblu, mentre Verona ha realizzato solo dalla lunetta. La Novipiù difende a tutto campo, am è Jones a inchiodare il pallone nel canestro e a chiudere il quarto 46-50.

L’ultimo periodo vede ancora una volta Verona andare subito a segno con Visconti, mentre per la Novipiù è Denegri a mantenere i suoi in scia, seguito da Bellan (51-54). La formazione veneta non ha intenzione di mollare un solo centimetro, complice un’altra tripla di Visconti, e coach Ramondino richiama così i suoi in panchina; al rientro è ancora la Scaligera ad andare a segno con Jones e Palermo, mentre la Novipiù continua a sbattere contro il muro dei gialloblu (51-64). Severini, dalla lunetta, sblocca il punteggio dei rossoblu, per poi rispondere prontamente al canestro di Greene. Anche nel finale la Junior vuole mantenere il ritmo e Valentini e Blizzard realizzano dai 6.75 metri, mentre dall’altra parte del campo Greene porta ancora punti ai suoi andando a segno dalla lunetta: è il canestro di Severini a chiudere la partita 65-72.

Coach Marco Ramondino: “E’ stata una partita tutto sommato buona con più cose positive che negative. Abbiamo però un grande problema, ovvero abbiamo fatto gli stessi identici errori di ieri, nello stesso momento della partita. Per il resto ci sono state tante cose buone, tra cui la possibilità di far fare esperienza a giocatori che sono nuovi per questo livello. Nel complesso, comunque, l’atteggiamento è stato buono, non era facile due partite in due giorni, ma siamo arrivati con lo spirito di usare queste amichevoli per aumentare il livello agonistico e così è stato. La squadra ha fatto più minuti positivi che negativi, oggi abbiamo mosso la palla benissimo, ma non possiamo accontentarci di tirare solo quando siamo liberi, serve più cattiveria e determinazione. Se riusciamo a fare questo salto di qualità saremo competitivi anche quest’anno”.

Coach Luca Dalmonte: “Secondo me sono due squadre molto differenti: Casale è una squadra che, ormai ha un sistema stampato negli anni, quindi indipendentemente da assenze o nuovi giocatori, ha una base che lavora da anni ed è capace di riconoscere situazioni e risolverle. Noi siamo l’esatto opposto. Complici le assenze nessuno dei giocatori in campo aveva giocato insieme lo scorso anno, quindi ci siamo noi che cerchiamo di fare le cose e Casale che invece fa le sue cose molto bene. Il campionato di Serie A2? Saranno due gironi quilibrati, le variabili sono il perseguire l’obiettivo, il continuare a lavorare a migliorarsi e non avere eventi esterni che inficiano sul lavoro in palestra. Chi riuscirà a non farsi travolgere da ventate esterne farà un buon campionato”.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – TEZENIS VERONA: 65-72 (14-23; 31-40; 46-50)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini, Banchero, Denegri 4, Valentini 8, Blizzard 18, Martinoni 6, Severini 15, Cattapan, Bellan 14. All. Ramondino

TEZENIS VERONA: Dieng, Greene IV 14, Visconti 8, Jones 18, Guglielmi ne, Oboe 9, Maganza 8, Palermo 7, Nwohuocha 3, Udom 5, Ikangi. All. Dalmonte

Fonte Uff. Stampa Novipiù

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author