Virtus Roma, coach Corbani: «Voglio vedere una Virtus più matura in trasferta»

Unicusano Virtus Roma impegnata sul campo della Europromotion Legnano nell’ottavo turno di Serie A2 Citroën. Gli uomini di coach Fabio Corbani, reduci dalla bella vittoria casalinga contro Agropoli, cercano un colpo in trasferta che manca dal 9 ottobre (vittoria a Casale Monferrato) sul campo di una delle capoliste del campionato.
La Europromotion, infatti, si trova in testa con Biella (ora prima da sola dopo la vittoria nell’anticipo su Tortona) con un record di 6-1. Gli uomini di coach Mattia Ferrari non perdono dal 2 ottobre, prima giornata di campionato, quando caddero sul campo di Tortona; da lì in poi solo successi per una squadra che può contare sul talento e la fisicità del play-guardia Nikolas Raivio che in questo inizio di campionato da Mvp sta producendo 20.7 punti a partita con il 49% da tre punti, ai quali riesce ad aggiungere 8.7 rimbalzi e 3.6 assist. Tuttavia non è solo Raivio a fare la differenza in una squadra che ha cinque uomini in doppia cifra di media ai quali bisogna aggiungere il centro americano William Mosley, subito dietro a 9.6 punti e 8.3 rimbalzi.
Queste le parole di coach Fabio Corbani alla vigilia del match: «Dopo una partita molto intensa, fisica, come quella contro Agropoli era fisiologico dedicarsi al recupero di qualche acciacco di gioco nei primi giorni della settimana, ma i ragazzi si sono allenati come sempre con grande attenzione ed energia per preparare la sfida a Legnano. Mi aspetto una partita contro una squadra sicuramente in fiducia di risultati meritati e di giocatori che stanno tirando con percentuali importanti da tre punti; una partita nella quale dovremo togliere il tiro a tanti giocatori avversari e nella quale dovremo fare delle scelte, anche coraggiose, sulle quali stiamo lavorando con lo staff. Poi però la partita è un’altra storia: non è quello che decidi di fare sulla carta, che prepari prima, ci sono ogni volta tante situazioni impreviste e in più ci sono le strategie che gli avversarsi prepareranno su di noi, che siamo una squadra strana, che vuole correre, tirare tanto anche se non premiata dalle percentuali, e sarà quindi curioso vedere cosa ci aspetterà. Rispetto alle ultime due trasferte vorrei vedere più maturità, dovessimo essere in situazioni di punto a punto come con Biella e Tortona vorremmo avere più lucidità per rimanere in equilibrio fino alla fine o magari per essere noi quelli che tirano la spallata decisiva».

Commenta
(Visited 130 times, 1 visits today)

About The Author

source

read more