Prima vittoria per l'Oleggio Magic Basket, battuta la Robur et Fides Varese

 Nella 5a giornata di campionato l’Oleggio Magic Basket rompe finalmente il ghiaccio, espugnando il Campus

della Robur et Fides Varese 69-87. Via lo 0 dalla classifica, ora testa ai due scontri “diretti”, delle

prossime due settimane, entrambi in casa: Pino Dragons Firenze e Bottegone Pistoia.

Vescovi schiera Bolzonella, Matteucci, Castelletta, Innocenti e Moalli; Passera risponde con Dri,

Gallazzi, Testa, Hidalgo e Petrosino. L’avvio è il “classico” in sordina per gli Squali che, dopo il primo

canestro di Hidalgo lasciano troppo spazio ai padroni di casa con Castelletta (8-2); Gallazzi dà i primi

segnali che si tratta della sua serata e accorcia (10-8), lo stesso vale per Colombo che pareggia. Varese

prova ad allungare, ma gli Squali sono attaccati con Gallazzi a fare gioco da 2+1 per il 20-20, ma

Bolzonella scoperto spara da tre due volte. Primo quarto: 28-22.

Il divario rimane corto, Varese va quasi subito in lunetta, ma Lo Biondo centra la prima tripla (30-27) e

Dri va al ferro prendendosi anche il tiro in più (32-30), ma non è ancora il momento, Hidalgo sbaglia un

passaggio e apre il contropiede ai padroni di casa (30-36); arriva Gallazzi/Lo Biondo “show”, con il

primo a segnare un mini break 0-5 (37-38), il secondo dalla mattonella dell’arco a superare (38-40),

ancora Gallo ad aumentare la pioggia di triple (38-43) e Vescovi a chiamare time out dopo l’ennesimo

ciuff sempre di Lo Biondo (38-45). Hidalgo chiude il quarto 40-47.

E’ ancora Lo Biondo a dare fastidio con capitan Dri a decretare il primo vantaggio in doppia cifra (40-

51), ma il quarto si presenta più equilibrato rispetto ai 25 punti biancorossi del precedente. Bolzonella

accorcia, ma l’intesa in contropiede di Gallazzi e Hidalgo è qualcosa di speciale (42-53), la Robur si

affida al suo Matteucci che accorcia (48-55) e lo stesso fa Bolzonella (52-59).

Con dieci minuti e la partita ancora tutta da decidere gli Squali inaugurano il quarto con cinque punti in

fila di Colombo, micidiale sotto canestro e Testa con il suo tiro dall’arco (52-67). E’ Bolzonella a far

male ancora da tre, ma un altro parziale di 6 punti fa volare gli Squali (55-73), vivi in attacco, ma

soprattutto in difesa con quella cattiveria agonistica che ancora non avevano mostrato fino in fondo.

Con questo divario Varese continua il suo gioco, ma gli Squali, che fanno anche qualche giro in lunetta,

sono bravi ad amministrare e a sparare ancora con Testa da tre per il 63-84, che poco dopo diventa la

conclusione 69-87.

Robur et Fides Varese – Mamy Oleggio: 69 – 87 (28-22; 40-47; 52-59)

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author